Costiera Amalfitana e Sorrento: dove andare

Scegliere il luogo dove fare base è una delle decisioni più importanti per organizzare una vacanza a Sorrento e in Costiera Amalfitana, soprattutto se si ha in programma di visitare diversi posti.

Ecco una piccola guida con i pro e i contro di ogni località:

Sorrento e la Penisola Sorrentina

Sorrento è la località scelta come base dalla maggior parte delle persone. Il suo punto forte sono gli ottimi collegamenti con Capri, Positano, Amalfi e Pompei oltre che lo splendido panorama e l'atmosfera vivace. Sorrento offre una vastissima scelta di hotel, appartamenti e B&B, per tutte le tasche. E' una cittadina abitata durante tutto l’anno ed è quindi la scelta migliore in periodo di bassa stagione (da ottobre ad aprile), quando invece tra Positano e Capri è quasi tutto chiuso.

Pro: ottimi collegamenti con i trasporti pubblici, hotel, b&b e ristoranti per tutte le tasche, atmosfera molto vivace. Il centro è tutto pianeggiate, ed è quindi adatta anche a una vacanza con bambini e per persone con difficoltà di movimento.
Contro: è una cittadina moderna, turistica e trafficata, molto gettonata da gruppi organizzati. Durante l’alta stagione può essere molto affollata e non ha l’atmosfera “esclusiva” che invece si respira a Capri e Positano.

Gli altri comuni della penisola sorrentina (Vico Equense, Meta, Piano, Sant’Agnello e Massa Lubrense) sono meno turistici e potreste valutarli come alternativa se desiderate immergervi nella realtà locale.

Guida alla scelta dell’hotel a Sorrento

La Costiera Amalfitana

La Costiera Amalfitana va Nerano (frazione del comune di Massa Lubrense) fino a Vietri sul Mare. Le località più famose e gettonate sono Positano e Amalfi. Molte persone considerano Sorrento come “Costiera Amalfitana”, in realtà si tratta di due località ben distinte. La Costiera Amalfitana è solo la costa rivolta a sud e affacciata sul Golfo di Salerno.

Positano, insieme a Capri, è una delle località più esclusive, la quintessenza dell'atmosfera della costiera amalfitana. Offre un panorama mozzafiato, scorci pittoreschi e belle spiagge. Attenzione però: è una città verticale, fatta tutta di scalini, poco adatta quindi ai bambini e chi ha difficoltà di movimento. Amalfi è invece più pianeggiante e si trova in una posizione più centrale.

Se volete soggiornare in Costiera Amalfitana ma cercate un'opzione meno costosa e con meno turisti rispetto alle rinomate Positano e Amalfi, potreste prendere in considerazione Praiano, Furore, Minori o gli altri piccoli villaggi.

Pro: l’atmosfera della Costiera fatta di paesi verticali e scogliere a picco sul mare è unica, sopratutto se volete regalarvi una vacanza romantica.
Contro: dalla Costiera non è semplice arrivare e muoversi nei dintorni, soprattutto se avete intenzione di visitare Pompei, Ercolano e Napoli. Se viaggiate con bimbi piccoli o avete qualche difficoltà a camminare, vi sconsigliamo Positano.

Guida ai paesi della Costiera Amalfitana

L’isola di Capri

Se volete "veramente" visitare Capri, beh, allora dovrete passare almeno una notte qui. L'isola infatti sprigiona tutta la sua bellezza alla sera, quando le frotte di visitatori giornalieri vanno via e l'ultimo traghetto leva l'ancora. L'isola è piccola, ma le file che si creano in alta stagione durante gli orari di punta spesso non consentono di visitarla tutta in un giorno. Controllate bene gli orari dei voli e dei traghetti: in caso di arrivi e partenze la sera e la mattina presto in molti casi dovrete passare la notte a Napoli.

Pro: passare qualche giorno a Capri è l’unico modo per “vivere” veramente l’isola, con una gita di un giorno rischiate di rimanerne delusi.
Contro: costi alti

Guida alla scelta dell’hotel a Capri